Prima e dopo l’adozione

Considerazioni da fare prima di adottare un cane

 

Adottare un cane comporta impegno, sacrifici e responsabilità; è una decisione che non deve mai essere presa alla leggera. Il nostro canile e quelli di altre associazioni sono costretti a ritirare ogni anno migliaia di animali, le vittime di una decisione troppo affrettata presa dai proprietari che si sono poi resi conto (troppo tardi) che cosa comporta l’avere un cane.
Prima di prendere la decisione di adottare un cane pensateci attentamente, altrimenti chi ne pagherà le conseguenze sarà proprio il vostro amico a quattro zampe.
Ma se sarete pronti ad offrirgli l’affetto e le cure di cui ha bisogno, in cambio lui sarà un fedele compagno e vi darà grandi soddisfazioni.
Le prime cose che dovrete tenere in considerazione sono:
-Tutta la famiglia è d’accordo sull’adozione di un cane? Il cane vivrà inevitabilmente con tutta la famiglia e pertanto la decisione va presa insieme, concordando anche sulla scelta del tipo di cane.
-Quanto tempo avete da dedicare al cane, e per quanto tempo rimarrà solo a casa quando voi siete al lavoro? I cani sono animali socievoli, non amano stare soli, ed oltre alla compagnia hanno bisogno di almeno tre passeggiate al giorno (per i loro bisogni, per l’esercizio fisico e per ricevere adeguati stimoli mentali). Se nessuno in famiglia ha quantomeno la possibilità di tornare a casa per pranzo e per una passeggiata con il cane, forse adottare un cane non è la scelta giusta per voi.
-Siete pronti ad impegnarvi a lungo termine? La vita di un cane è in media di 14 anni; se non siete sicuri di poter garantire le stesse cure ed attenzioni per tutto questo tempo, potrete forse tenere in considerazione l’adozione di un cane più anziano.
-Quanto costa mantenere un cane? Cibo, cuccia, giocattoli, vaccinazioni regolari, trattamenti antiparassitari e vermifughi, sterilizzazione, una pensione se andrete in vacanza e non avrete la possibilità di portarlo con voi, la possibilità di malattie ed incidenti le cui cure necessarie potrebbero essere molto costose……l’elenco è lungo ed è giusto meditarci sopra.
-Ci sono cambiamenti previsti a breve nella vostra famiglia? Un cane, soprattutto durante il suo inserimento in famiglia, ha bisogno di trovare condizioni stabili a cui potersi adattare. Se avete in previsione un grosso cambiamento, come l’arrivo di un bambino, un matrimonio, un trasloco ecc. è meglio rimandare la decisione.
-Avete altri animali in famiglia? Se non siete sicuri che l’animale che già possedete apprezzerà un nuovo arrivo, consultate il vostro veterinario di fiducia.
-Allergie? Se non siete sicuri che nessun membro della famigli soffra di allergie verso gli animali potete fare la prova chiedendo ad un amico che possiede un cane di portarlo a casa vostra per qualche ora.
-Tieni molto alla casa e alla pulizia? Almeno per i primi giorni, è del tutto normale che il cane abbia degli “incidenti”, inoltre il cane perde peli, e potrebbe masticare alcuni oggetti.
Se a questo punto siete convinti di volere un cane, la prossima cosa a cui pensare è che tipo di cane sia il migliore per voi.
Come le persone, i cani sono individui, ed ognuno di loro possiede carattere ed attitudini diverse: la buona riuscita di un’adozione dipende in gran parte dalla scelta del tipo di cane.


Tratti fisici:

 
Taglia: tenete in considerazione la grandezza della vostra casa e dell’eventuale giardino. Ad esempio un terranova in un monolocale forse non è la scelta migliore, ma il livello di energia del cane ha molta più rilevanza della sua taglia. Tenete inoltre in considerazione quale cane siete fisicamente in grado di gestire (un cane che voi porterete a passeggio, non lui che porterà voi). Cercate di essere realistici sulla taglia del cane che più si adatta al vostro stile di vita.

Maschi o femmina: questa sarà una vostra decisione personale, ma se già avete un cane, in genere i cani di sesso opposto tendono ad andare più d’accordo. L’importante è che siano sterilizzati per prevenire gravidanze indesiderate.

Età: A tutti piacerebbe adottare un cucciolo e vederlo crescere, ma un cucciolo richiede molte più cure ed attenzioni di un cane adulto, cresce molto in fretta e troppo spesso una volta cresciuto viene ceduto al rifugio perché troppo grande o troppo attivo. I cani adulti tendono ad essere più tranquilli e richiedere meno esercizio fisico, normalmente tollerano di più l’essere lasciati soli e il loro carattere sarà già formato, quindi saprete esattamente cosa aspettarvi.
La maggior parte dei cani, anche quelli adulti, si adatta molto facilmente alla nuova famiglia.

Mantello: I cani a pelo lungo richiedono un maggiore impegno nella loro cura, devono essere spazzolati giornalmente per prevenire la formazione di nodi e perderanno anche molto più pelo, mentre per i cani a pelo corto sarà sufficiente una volta alla settimana. Ci sono alcune razze come il barboncino che non perdono pelo, indicati per famiglie con allergie.

Razza: Se siete interessati ad una razza in particolare, informatevi sui tratti caratteriali ed eventuali problemi medici. Ovviamente vi consigliamo sempre di cercare il vostro cane in un rifugio, evitando di rivolgervi ad un allevatore o ad un negozio. Gli animali non sono oggetti.


Tratti caratteriali:

 
Buono con i bambini: ovviamente sarà la considerazione più importante se avete dei bambini o se ci sono bambini che spesso visitano la vostra casa (ad esempio nipoti). Alcuni cani hanno avuto in passato esperienze negative con i bambini e non sono quindi in grado di tollerarli. Tenete in considerazione l ’età, l’esperienza, la vivacità e la sensibilità dei bambini nella vostra decisione.

Buono con altri animali: Se avete altri piccoli animali, scegliete un cane con basso istinto da predatore, ossia un animale che non insegue qualsiasi cosa che si muova. Soprattutto i gatti possono soffrire all’arrivo di un nuovo cane e non sentirsi più sicuri nella loro casa, soprattutto se non hanno mai vissuto a contatto con altri cani.

Buono con gli estranei: Caratteristica molto importante se molte persone visitano regolarmente la vostra casa, o se vivete in un’area molto frequentata.

Buono con gli altri cani: sarà una caratteristica essenziale che il cane sia socievole con i propri simili, se avete già un cane in famiglia, se ci sono altri cani che spesso visitano la vostra casa o se vivete in un’area molto frequentata da altri cani.

Livello di energia: Un cane molto attivo e giocherellone che ha bisogno di molto esercizio fisico e stimoli mentali sarà adatto a famiglie che hanno molto tempo a disposizione e una vita molto attiva; diversamente è meglio optare per un cane che richiede meno esercizio fisico.
Trovare un cane con il vostro stesso livello di attività è importante per evitare che si annoi e rimanga frustrato a causa della mancanza di stimoli, con il possibile sviluppo di problemi comportamentali.

Carattere forte: Alcuni cani con carattere dominante, confidente ed indipendente sono più adatti a persone che hanno avuto esperienza di cani simili e che saranno in grado di dargli delle regole e non scendere a compromessi, per evitare che sia il cane a prendere il controllo. I cani dal carattere gentile e sensibile sono più adatti a famiglie più tolleranti ed indulgenti, e molto spesso sono l’ideale per famiglie con bambini o altri animali.

Ama le coccole: alcuni cani apprezzano le coccole più di altri. Cosa vi aspettate voi dal vostro cane? Se siete persone che vorranno accarezzare e coccolare il proprio animale molto spesso, potreste rimanere delusi se il vostro nuovo amico non la pensa come voi.

Propensione all’addestramento : Se fatto nel modo giusto, tutti i cani possono essere addestrati ma alcuni imparano più velocemente di altri. Se siete interessati all’addestramento dovrete scegliere un cane che sia molto motivato dal cibo o dai giochi, ed interessato all’interazione con l’uomo.

Indipendenza: Come abbiamo gia detto prima, i cani sono animali socievoli che amano la compagnia, ma alcuni tollerano la solitudine più di altri. Se avete intenzione di lasciare il cane da solo (per periodi brevi) regolarmente sceglietene uno che non sia alla ricerca costante del contatto umano.

 

 

tratto da: enpa